Detrazioni

Detrazioni fiscali per ristrutturazioni e riqualificazioni

La Legge di Stabilità 2015, Legge 23 dicembre 2014, n. 190 pubblicata in Gazzetta Ufficiale 29 dicembre 2014, n. 300, proroga per tutto il 2015 le aliquote massime degli sconti fiscali del 50% per le Ristrutturazioni Edilizie e del 65% per la Riqualificazione Energetica di unità immobiliari.

Vediamole nel dettaglio:
Detrazione per gli interventi di efficienza energetica (detrazioni del 65% dall’Irpef o dall’Ires, ripartita in 10 quote annuali di pari importo).
Sulle spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2015, per gli interventi di riqualificazione energetica di edifici già esistenti spetta una detrazione del 65%.
Dal 1° gennaio 2016 il beneficio sarà del 36%, cioè quello ordinariamente previsto per i lavori di ristrutturazione edilizia.

Attenzione:
la detrazione del 65% si applica anche alle spese documentate e rimaste a carico del contribuente: a) per interventi relativi a parti comuni degli edifici condominiali o che interessino tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio, sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2015; b) per l’acquisto e la posa in opera delle schermature solari di cui all’allegato M al Dlgs 311/2006, sostenute dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2015, fino a un valore massimo della detrazione di 60.000 euro; c) per l’acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, sostenute dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2015, fino a un valore massimo della detrazione di 30.000 euro.

La detrazione spetta per le spese sostenute, e rimaste a carico del contribuente per:

  • interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti
  • interventi su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o unità immobiliari, riguardanti strutture opache verticali, strutture opache orizzontali (coperture e pavimenti), finestre comprensive di infissi, fino a un valore massimo della detrazione di 60.000 euro
  • l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda
  • interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con pompe di calore ad alta efficienza e con impianti geotermici a bassa entalpia
  • interventi di sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria

Detrazione per gli interventi di ristrutturazione

(Detrazioni del 50% dall’Irpef ripartita in 10 quote annuali di pari importo)
Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può fruire della detrazione d’imposta Irpef pari al 36%. Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2015, la detrazione Irpef sale al 50%. Una detrazione del 50% spetta anche sulle ulteriori spese sostenute, dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2015, per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, nonché A per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica, finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione. La detrazione va ripartita in 10 quote annuali di pari importo, ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro.


Vademecum operativo

Aprile 2015

Introduzione alla normativa
  • La Detrazione Fiscale del 65% è Legge ed è valida dal 01/01/2015 al 31/12/2016.
  • Viene applicata ad acquisto e posa in opera di schermature solari mobili installate a protezione di una superficie vetrata.
  • Detrazione per un max di € 92.307 di spesa pari a € 60.000 di detrazione.
  • La detrazione viene applicata sull’imposta lorda sui redditi (IRPEF per persone fisiche o IRES per titolari di reddito di impresa o professionale) e sarà ripartita in 10 quote annuali di pari importo.
Schermature solari detraibili
Le tende che rientrano nella detrazione fiscale fanno capo alle seguenti normative:
Per la EN 13561: le tende da sole, le capottine mobili, le tende a veranda, le tende a rullo, le pergole con schermo in tessuto (anche le pergole con lamelle in alluminio orientabili), le tende per veranda, gli skylight esterni, i wintergarten esterni e le zanzariere.
Per la EN 13659: tende alla veneziana, le tapparelle, le persiane, i frangisole, le chiusure tecniche oscuranti in genere.
Per la EN 13120: i rulli avvolgibili, le veneziane, le plissettate, i sistemi winter garden, gli skylighter, le verticali, ecc. Sono escluse le tende decorative.
Requisiti necessari
  • Devono essere a protezione di una superficie vetrata
  • Devono essere applicate in modo solidale con l’involucro edilizio e non liberamente montabili e smontabili dall’utente
  • Possono essere applicate, rispetto alla superficie vetrata, all’interno, all’esterno o integrate
  • Possono essere in combinazioni con vetrate o autonome (aggettanti)
  • Devono essere mobili
  • Devono essere schermature “tecniche”
  • Per le chiusure oscuranti (persiane, veneziane, tapparelle, ecc.), vengono considerati validi tutti gli orientamenti
  • Per le schermature non in combinazione con vetrate, vengono escluse quelle con orientamento NORD
  • E' detraibile sia l’installazione ex novo sia la sostituzione della tenda. Non è detraibile il solo cambio telo oppure il solo cambio o installazione motore

SEI INTERESSATO
A UNO DEI NOSTRI PRODOTTI?

RICHIEDI UN PREVENTIVO

I nostri preventivi sono gratuiti e senza impegno!